Progetti

Meo Design Suite and Spa - Catania - Catania

Il calore di casa sopra i tetti di Catania

Un appartamento di 350 mq diventa accogliente resort di design grazie ad un progetto con un concept organico e vicino all'idea di calore domestico che ci accomuna tutti
Autore
Claudia Capperucci
Foto
Alfio Garozzo
Progetto
Antonio Iraci
Interior Designer
Iraci Architetti
Superfici Ceramiche
LAMINAM
Anno di realizzazione
2020

Essere fuori da casa ma sentirsi come a casa. È questa la peculiarità che sempre più spesso si ricerca in una struttura ricettiva sia quando si viaggia per lavoro che quando si va in vacanza. Ed è la ricerca di questa particolare sensazione che ha accompagnato i progettisti di Iraci Architetti nella fase concettuale di questo piccolo resort nel centro di Catania che, non casualmente, ha preso il nome di Meo Design Suite and Spa, dove “meo” in dialetto catanese significa, appunto, mio. Ma la loro più grande abilità è stata quella di conciliare una visione moderna degli interni con il contesto storico in cui la struttura si trova, cuore barocco della città. “Nel nostro fare architettura la presenza della contemporaneità è una scelta da sempre, anche quando le strutture preesistenti hanno un carattere storico”, spiega l’architetto Antonio Iraci. “L’approccio è sempre lo stesso, rispetto per il preesistente ed inserimento di un design contemporaneo che si contrappone con leggero distacco, a non toccare la “la storia”. La struttura è realizzata in un appartamento di 350 mq articolati in 7 camere dalle dimensioni diverse e una spa. Gli ambienti sono puliti, minimali, ma caldi e pastosi grazie all’utilizzo di tonalità neutre, afferenti ai colori della terra, sia per le superfici che per i tessuti e gli arredi. Elementi di design, un’illuminazione strategica e un incantevole affaccio sui tetti del centro storico completano il quadro di questo piccolo gioiello dell’accoglienza, dove la sensazione di trovarsi in un luogo del cuore arriva come un inaspettato déjà-vu. “L’obiettivo era trasformare uno spazio abitativo unico in tanti ambienti che connessi creassero una dimensione ideale per un piccolo albergo”, precisa l’architetto. “Il punto di partenza è stato rialzare il livello di alcune parti dello spazio per meglio inserire gli scarichi necessari per creare i nuovi servizi e far diventare questa funzione strutturale una determinazione estetica fondamentale, in quando le stanze che si affacciano sulla storicità di via Etnea si ergono a proscenio avendo una visione verso l’esterno più determinante”. Fondamentale la scelta delle superfici per le quali i progettisti sono ricorsi al marchio Laminam, con le collezioni I Naturali, Calce e Seta, nelle tonalità della terra, e la ragione è coerente con la filosofia progettuale: “Per quanto riguarda la scelta dei materiali , partendo dalla totale neutralità del pavimento, un cemento bianco, abbiamo individuato attraverso la scelta di Laminam l’opportunità di creare degli ambienti unici e diversificati in un rapporto importante con la proiezione con il circostante. Questo, facendo un’attenta valutazione in rapporto a fattori concatenati, esposizione, aperture, altezze, proiezioni di ombre, abbiamo evidenziato i giusti colori e le trame che potevano dare l’effetto estetico desiderato fin dalle fasi progettuali. Il risultato finale è stato esattamente quello che volevamo”.

Superfici Ceramiche
Laminam, I Naturali /Calce / Seta
grès porcellanato
Bianco Lasa Bocciardato, Nero Greco Bocciardato, Emperador Extra, Pietra Grey, Pietra Grey Bocciardato/Bianco/Or
vari

Richiedi info progetto >