EMIL FULL OTTOBRE

THE PLAN approfondisce i materiali dell’architettura | di Ilaria Mazzanti

Richiamando il clima di scambio e confronto informale tipico dei Café della tradizione, i Café della Stampa propongono conversazioni trasversali sul tema della ceramica e dell’arredo bagno affrontati dal punto di vista di famosi architetti e designer e di direttori di testate di spicco.

L’edizione 2018 di Cersaie ha visto protagonisti del THE PLAN Café gli architetti Benedetto Camerana (Camerana & Partners) e Giovanni Multari (Corvino + Multari), che si sono confrontati, insieme al Direttore Nicola Leonardi, sulla tematica al centro dell’appuntamento, “I materiali dell’architettura”. Un approfondimento sul ruolo e sull’importanza della materia, in particolare quella ceramica, all’interno del progetto. Partendo da una discussione sul momento in cui entrano in gioco i materiali, sono stati molti gli argomenti affrontati durante l’incontro, che ha fatto emergere suggestioni e importanti spunti di riflessione. Attraverso l’analisi di due casi esemplificativi nel portfolio degli architetti, il Complesso Parrocchiale realizzato a Dresano da Corvino + Multari e il Museo Alfa Romeo di Camerana & Partners, gli architetti hanno portato la loro visione sulla funzione fondante dei materiali nel processo progettuale, ruolo che si fa ancor più di primaria importanza nel caso di interventi di recupero, con il coinvolgimento di materiali preesistenti che devono entrare in dialogo con i nuovi non solo da un punto di vista estetico e formale, ma anche meccanico e chimico. La discussione ha anche vagliato le possibilità fornite dalle tecnologie contemporanee, che aprono prospettive sempre nuove e offrono soluzioni sempre più studiate su misura e sulla base delle esigenze dei singoli casi.

In questo senso, la ceramica ha visto enormi progressi soprattutto negli ultimi dieci anni, acquisendo estrema duttilità sia nell’imitazione di altri materiali sia nell’essere se stessa e avere le potenzialità di creare un progetto. Mimesi o creazione, dunque? Forse la risposta migliore è immaginazione.

Guarda il video della conferenza svoltasi a Cersaie 2018.

Dicembre 2018