Progetti

Yacht Club Porto Mirabello - La Spezia

Un approdo da sogno

Nel Golfo dei Poeti di La Spezia, un'isola artificiale appositamente costruita ospita lo Yacht Club Porto Mirabello, una marina esclusiva e d'avanguardia
Autore
Santino Limonta
Progettista
Studio Zacutti
Superfici
PIEMME INDUSTRIE
Anno di realizzazione
2011

Fu per caso che nel 2002 Alessandro Menozzi si imbattè, innamorandosene, nel progetto di Porto Mirabello, in quel momento su un binario morto. Ma fu solo nel 2006 che la cordata da lui promossa acquisì il controllo di I.T.N., società costituita nel 1971 per la costruzione del porto. Divenutone azionista di maggioranza e presidente, l’imprenditore emiliano impresse al progetto una tale accelerazione da portarlo a compimento già nel 2010 con un investimento di 130 milioni di euro. Tecnicamente l’impresa è stata complessa andando ad inquadrarsi in una specie di gioco ad incastri (riorganizzazione di aree demaniali, riqualificazione del waterfront di La Spezia, razionalizzazione di moli e di terminal, ecc…) previsti dal Piano Regolatore Portuale e dal Piano Operativo Triennale dell’Autorità Portuale di La Spezia. Quest’ultima ha riconosciuto lo sforzo economico per la bonifica dei fondali sostenuto da I.T.N. firmando a favore della stessa la concessione per sessant’anni dello spazio di demanio marittimo di oltre 200.000 metri quadri situato nel Comune di La Spezia in Località Molo Mirabello, costituito dalla strada di collegamento tra la viabilità cittadina (Viale Italia – Viale Amendola) e l’isola principale; la stessa isola in fregio al Molo Mirabello; il molo principale; il molo secondario; il molo Lagora e l’isola secondaria; i pontili interni fissi su pali; lo specchio acqueo. A soli due anni dall’apertura la nuova marina si è imposta a livello europeo come uno dei migliori porti privati.
I pregi? Intanto la localizzazione al centro di un’insenatura di rara bellezza favorevole alla navigazione. Poi, l’anima green di Porto Mirabello, unica marina italiana che non sottrae spazi al territorio con cui si integra. E’ stato infatti realizzato interamente a mare su un’isola artificiale di circa 40.000 metri quadri appositamente costruita. Evidente l’eccellenza del progetto, concepito dallo Studio Zacutti per offrire servizi esclusivi a una clientela d’élite. Moli principali di attracco sovradimensionati con larghezze da 27 a 35 metri; 420 ormeggi per barche oltre i 12 metri di cui 100 riservati ai mega yacht da 25 a 100 metri; 700 posti per barche fino a 12 metri sul lato esterno del molo principale; 1.300 posti macchina e 287 box per parcheggi anche a poppa delle imbarcazioni; auto elettriche per la circolazione fra i moli; cantiere d’avanguardia, il Mirabello Shipyard, per riparazioni e manutenzioni; travel lift da 160 tonnellate per alaggio e varo (con possibilità di lift fino a 500 tonnellate); eliporto sul molo principale; due stazioni di rifornimento carburante; servizio vigilanza 24 ore; servizio catering a bordo. Per lo shopping una galleria commerciale a due piani con volta a botte in metallo e cristallo eretta all’ingresso dell’isola artificiale (al termine della nuova passeggiata pedonale che a quota 1,80 metri sul mare la collega al centro cittadino) allinea sessanta negozi alto di gamma. Oltre la galleria si apre la piazza con la fontana. Accanto, fra spazi a verde (anche in quota) e palme, sorgono i bassi volumi destinati agli uffici, ai ristoranti, ai wine bar, all’area wellness Spa, alla piscina all’aperto da 25 metri e alla Club House. Grande cura è stata posta nella selezione dei materiali di finitura, utilizzando di preferenza quelli tipici del territorio e seguendo un preciso piano cromatico organico per evitare la dominanza di alcuni elementi rispetto ad altri.
Marmi, legni e pietre sono stati posati in simbiosi con 11.000 metri quadri di lastre ceramiche di Piemme (grès porcellanato Ecowood per i camminamenti, Piemmegres Natural per le pavimentazioni della zona umida, Ardesia Multicolor per i percorsi dell’area commerciale, Absolute e Mediterraneo per l’interno degli store) con un risultato estetico complessivo davvero affascinante.

Piastrelle
Piemme, serie Ecowood - Piemmegres, serie Natural
Tipologia
grès porcellanato
Formati
30x60, 60x60, 11x90 cm
Colori
Wengè, Grey, Black
Caratteristiche tecniche
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): conforme
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza al cavillo (ISO 10545-11): conforme
Resistenza alla dilatazione termica lineare (ISO 10545-8): conforme
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): < 0,5%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): conforme
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Certificazioni e premi
NF UPEC
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >