Progetti

Central Public Library - Calgary, AB (Canada)

Non solo libri, piuttosto un’agorà di grande bellezza

Uno studio internazionale di progettazione supportato da un inedito think tank di cittadini ha creato in Canada una biblioteca pubblica destinata a fare scuola
Autore
Elena Pasoli
Foto
Michael Grimm
Progettista
Snøhetta
Superfici
CASALGRANDE PADANA
Distributore
Pro Tile Distributors
Anno di realizzazione
2018

Ad inaugurarla, nel novembre 2018, è stato l’astronauta Chris Hadfield, il primo canadese ad aver passeggiato nello spazio: si sarà sentito a suo agio, perché la Public Library di Calgary, Alberta (Canada) ha davvero un che di spaziale, con la sua straordinaria architettura che ha ridisegnato la geografia di questa città della provincia di Alberta, collocata in una regione in cui si alternano colline e altopiani a un’ottantina di chilometri a oriente delle Montagne Rocciose.
Ed è anche abbastanza straordinario il fatto che sia la cultura al centro del più importante investimento economico della città dal 1988, quando fu sede dei giochi olimpici invernali. 245 milioni di dollari e cinque anni di lavori per regalare alla comunità uno spazio di 22.000 mq. che è prima di tutto un luogo di socialità, incontro, una vera e propria agorà per i cittadini, oltre metà dei quali (700.000) si sono già iscritti ai suoi servizi: “Non è stata certo un’impresa a basso prezzo – dice il sindaco Naheed Nenshi – ma qui parliamo di qualcosa che va ben oltre i 450.000 libri della collezione e un luogo gradevole per una pausa”; la biblioteca rappresenta davvero un nuovo capitolo della vita della città e gioca un ruolo primario nell’incontro e nel dialogo tra cittadini di origini, interessi, vite diversissimi tra loro. Alla sua definizione hanno contribuito con le loro idee più di 16.000 cittadini ed è stato istituito un concorso internazionale per sceglierne i progettisti. Lo ha vinto il grande studio norvegese-americano Snøhetta, che ha al suo attivo, tra gli altri, il progetto della nuova biblioteca di Alessandria d’Egitto, quello del Memorial Museum Pavillion al World Trade Center di New York e il redisign dello spazio pubblico di Times Square, sempre a NY. Ha collaborato alla realizzazione della Calgary Public Library anche lo studio di design Dialog.
L’edificio, situato proprio sulla linea di transito della metropolitana che divide con un percorso curvo a mezza luna i quartieri Downtown e East Village, funge da ricucitura visiva e sostanziale tra le due aree, una sorta di ponte e portale che insieme alla piazza d’ingresso ristabilisce collegamenti visivi e pedonali.
La dinamica facciata a tripli vetri è caratterizzata da moduli esagonali composti variamente da pannelli alternati di vetro e alluminio che suggeriscono quasi la forma dei libri. Il grande arco in legno, che invita e accoglie i visitatori, richiama gli archi delle ‘Chinook cloud’ comuni alla regione. Creato interamente con assi di cedro rosso occidentale della vicina provincia British Columbia, il guscio a doppia curva è tra i più grandi gusci di legno a forma libera realizzati nel mondo. La sua forma organica e la sua consistenza offrono una sensazione tattile e intima, che continua all’interno, dove il legno sale a spirale per oltre 30 metri e abbraccia lo squarcio di cielo che regala all’edificio una importante illuminazione naturale. La biblioteca si articola in sei piani: le attività sociali sono pensate per i livelli più bassi, con circa 30 aree di incontro, una sala per spettacoli, caffè, piazze all’aperto e una biblioteca per ragazzi; salendo si incontrano le aree di studio e all’ultimo piano la suggestiva Great Reading Room. Il ritmo serrato di travi e colonne che richiamano l’architettura greca e la struttura in cemento lasciata scoperta e incompiuta sottolineano il ruolo attivo della biblioteca e la sua dinamicità quale luogo di socialità. Le scelte progettuali trovano assonanza nei pavimenti di gres porcellanato della collezione Cemento di Casalgrande Padana, in colore grigio e formato 30×60, scelto dai progettisti sia per le sue alte prestazioni tecnologiche, sia per il fascino dell’abbinamento con il legno, grande protagonista dell’edificio. Il risultato è davvero di grande impatto, tanto che il progetto è risultato vincitore della Tile Competition 2019 nella sezione ‘institutional’.

Piastrelle
Casalgrande Padana, Cemento
Tipologia
grès porcellanato
Formati
30x60 cm (10 mm)
Colori
Grigio
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): conforme
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >