Progetti

Edificio residenziale e commerciale - Cagliari

La rigenerazione dell’ex distilleria Zedda Piras di Cagliari

La prima parte del più ampio progetto di rigenerazione di un'area dismessa, gestito dal locale Studio Fadda, ha realizzato un complesso misto residenziale terziario dalle volumetrie bianchissime, dinamiche e sfaccettate
Autore
Laura Milan
Progettista
Studio Fadda
Superfici
LAMINAM
Anno di realizzazione
2018

Il nuovo intervento misto residenziale-commerciale-terziario progettato dallo studio Fadda è il primo tassello del processo di rigenerazione urbana che porterà al recupero di un’importante area dismessa alla periferia nord occidentale del capoluogo regionale: completato nel marzo 2018 per la committenza di AM Building e realizzato dall’impresa di costruzioni Ing. Raffaello Pellegrini srl, inizia la riqualificazione dell’ex distilleria Zedda Piras, eretta a inizio secolo dall’azienda fondata da Francesco Zedda Piras per la produzione di liquori, alcol e distillati, nata nel 1854 per affiancare l’originaria attività vitivinicola della famiglia.
La crescita della città e il suo sviluppo industriale nel corso dei decenni hanno disegnato, attorno a uno stabilimento caratterizzato dal laterizio a vista e dall’alta ciminiera, un tessuto urbano denso costituito da edifici alti fino a 6 piani fuori terra, e poco unitario, con spazi pubblici ridotti e di scarsa qualità.
La strada per la realizzazione della prima tranche della trasformazione di un’area che nel prossimo futuro interverrà anche sull’ex distilleria, creando un nuovo distretto con uffici, residenze per anziani, un jazz club e spazi per eventi, si apre a metà degli anni novanta, quando il marchio Zedda Piras e i suoi impianti sono acquisiti dal gruppo Campari, a cui fanno capo anche i vini delle tenute Sella & Mosca di Alghero, e la produzione si sposta nel nuovo e più moderno stabilimento algherese.
Il complesso realizza 4.500 mq di nuova superficie ed è costituito da due volumi di differenti altezze, di quattro e cinque livelli fuori terra, che si generano ai margini del lotto adiacente a quello occupato dall’ex distilleria creando a livello del terreno ampi spazi pubblici e di uso pubblico: introdotti da un’ampia piazza, i piani terra di entrambi i corpi nascono per essere spazi permeabili e aperti che danno accesso a tutte le funzioni del nuovo intervento. Residenziale, commerciale e terziario si distribuiscono in modo diverso nei due volumi accomunati da un’autorimessa interrata: mentre i quattro piani dell'”Edificio I” sono destinati al 50% alla residenza (negli ultimi due livelli) e al restante 50% al commerciale e direzionale (al terreno e al primo), i cinque dell'”Edificio H” vedono la residenza occupare solo l’ultimo, dedicando i centrali alla funzione direzionale a sua volta collocata al di sopra dei negozi.
Il progetto elaborato dallo Studio Fadda si plasma ragionando sulle possibili relazioni con un contesto urbano e architettonico disomogeneo ed è attento alle ormai inderogabili richieste dettate dalla sostenibilità ambientale. Mentre infatti sceglie i LED per l’illuminazione delle aree esterne, pubbliche, private e private a uso pubblico, alimenta con fonti rinnovabili parte dei suoi fabbisogni energetici: il 50% dell’acqua calda sanitaria è prodotto da un impianto solare termico e un impianto fotovoltaico fornisce l’energia necessaria al soddisfacimento delle richieste elettriche.
Attenzione all’ambiente e definizione di un carattere che rimanga immutato nel tempo si rispecchiano anche nella finitura scelta per un involucro ad alte prestazioni che, isolato con materiali naturali, contribuisce a definire l’architettura grazie alle qualità della ceramica italiana di Laminam: elementi della serie Collection, posati in lastre bianche di grande formato (1000x3000mm) e minimo spessore (5 mm) e ritagliate in formati differenti, si “cuciono” perfettamente addosso a un’architettura dalle volumetrie complesse e dinamiche, dandole carattere e resistenza.
“La città di Cagliari è stata testimone della trasformazione urbanistica che ha interessato l’area dell’ex distilleria della vecchia fabbrica Zedda Piras” dichiara Tonino Fadda, titolare dell’omonimo studio di architettura. “Del suo prestigioso passato rimarrà la ciminiera, simbolo di romantica continuità e memoria. Per il resto, in futuro assomiglierà davvero poco a ciò che è stato per decenni. La prima tranche di lavori ha portato alla realizzazione di due edifici a destinazione mixed-use caratterizzati da ampie vetrate, terrazze che si affacciano sulla piazza centrale e facciate bianche che si uniscono creando una forma appuntita che ricorda la prua di una nave. L’uso del bianco assoluto rende più evidenti le differenze tra aperture e chiusure, tra solidità e trasparenza, tra elementi lineari ed elementi piani, tra involucro e struttura”.

Piastrelle
Laminam, Collection
Tipologia
grès porcellanato
Formati
1000x3000mm Laminam 5
Colori
Bianco Assoluto
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): 0.3%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): da A a B
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): 175m3
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): 50
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R9
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Certificazioni e premi
LEED
NF UPEC
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >