Progetti

Boscareto Resort & Spa - Serralunga d'Alba (CN)

La luna, la vigna e…

Il Boscareto Resort & Spa a Serralunga d'Alba (CN), un ‘buen retiro' nelle Langhe tra vigneti di Barolo e memorie pavesiane
Autore
Carlo Paganelli
Superfici
CAESAR
Anno di realizzazione
2011

“Mentre parlava, io mi vedevo Gaminella in faccia, che a quell’altezza sembrava più grossa ancora, una collina come un pianeta, e di qui si distinguevano pianori, albereti, stradine che non avevo mai visto. Un giorno, pensai, bisogna che saliamo lassù. Anche questo fa parte del mondo” (Cesare Pavese, La luna e i falò).
“Una collina come un pianeta”, una architettura come un satellite, un assist davvero preso al volo da Pietro Masson, un omaggio da architetto a scrittore con il progetto di una architettura sensibile a un paesaggio denso di riferimenti letterari, in un territorio in simbiosi con la poetica di uno dei maggiori scrittori del Novecento.
La veranda, come un cristallo, illumina l’orizzonte ed è l’elemento connettivo fra l’edificio e il suo intorno, ovvero quando il paesaggio entra nell’architettura creando un fuori scala per eccesso dimensionale e, simultaneamente, lo spazio interno esonda nel territorio. La costruzione di acciaio e vetro, per alcuni ambientalisti ritenuta un corpo estraneo non in sintonia con un paesaggio antico e la storia del luogo, ha innescato forti contrasti ma poi tutto si è risolto in totale accordo e “Il Boscareto Resort” è stato accolto come un valore aggiunto, poiché è evidente che un luogo come le Langhe non può continuare a rimanere senza adeguate strutture ricettive.
Il nuovo insediamento è di fascia alta, categoria cinque stelle, comprende trentotto camere e suites di lusso, la presenza della Spa, il ristorante, la vineria, il bar, il centro congressi e alcune sale destinate ad attività relazionali. Il tutto inserito in una cornice paesaggistica di grande bellezza composta di trentadue ettari di vigneti, sinuosi rilievi collinari, antichi borghi ben conservati e castelli medievali. In alternativa alla tradizionale tipologia dell’hotel con finestre e persiane, la scelta di progetto ha puntato su grandi superfici vetrate in grado di favorire la percezione delle ampie distese collinari e poter così cogliere pienamente l’avvicendarsi delle stagioni attraverso la mutevolezza di un paesaggio in continua evoluzione. Tutte le stanze sono praticamente prive di una parete e le grandi vetrate sono assemblate all’interno di una consistente struttura in legno lamellare. Il legno lamellare, versione tecnologica di un materiale naturale che assicura maggiore affidabilità, è presente anche all’esterno sui prospetti segnati da serramenti in forma scatolare posti su un particolare fondo di intonaco, in sintonia con le varie tonalità dei solchi dove sorgono le vigne di Barolo. La definizione degli interni è all’insegna di uno spazio articolato per evitare un’immagine statica attraverso inquadrature prospettiche sempre diverse. Particolare attenzione è stata dedicata alla finitura delle superfici parietali, optando sull’impiego di tessuti ignifughi a fasce dai colori mutevoli secondo intensità e varietà dell’illuminazione e con tinteggiature appositamente studiate, sia nella configurazione delle trame sia nelle variazioni cromatiche.
La piscina, sistemata nella veranda, risulta un elemento di forte impatto a confronto con un paesaggio di diversa natura e cultura materiale. L’ambiente è caratterizzato dalla struttura a travi in legno lamellare posta su grandi monoliti rivestiti in marmo verde martellinato che, a seconda del grado di incidenza della luce, assumono tonalità grigio-verdi. Notevolmente diffusa la presenza di superfici rivestite con lastre in grès Quality Quarz della collezione Antiche Pietre, prodotta da Ceramiche Caesar. Particolarmente raffinata la finitura delle lastre filettate con barre d’acciaio. Lo stesso tipo di materiale contraddistingue pareti e pavimentazioni ed è diffuso anche nell’area della piscina, dando così vita a un luminoso mosaico in grès e vetro.

Piastrelle
Caesar, collezioni Quality Quartz, Reflex, Antiche Pietre
Tipologia
grès porcellanato
Formati
mix
Colori
Quality Quartz Serpentino Vittoria e Quarzite di Barge, Reflex Grey, Antiche Pietre Verde
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): 0,05%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): Resistente
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): <= 140 mm3
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): >= 47 N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): Quality Quartz= R10A, Reflex= R9A, Antiche Pietre= R10 A+B
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza alla dilatazione termica lineare (ISO 10545-8): conforme
Certificazioni e premi
ECOLABEL
ISO 14001
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >