Progetti

Sheraton Mirage Resort Villas - Port Douglas, QLD (AUS)

Grès tropicale

In Australia, la ristrutturazione di una villa all'interno del resort Sheraton Mirage a Port Douglas assegna un ruolo da protagonista alla ceramica made in Italy
Autore
Roberta Chionne
Foto
Chris Andrew Bates
Superfici
VERDE
Distributore
Rocks On
Anno di realizzazione
2014

Oasi di lusso per chi può concedersi ogni comfort nel cuore della natura tropicale, il resort Sheraton Mirage si affaccia sulla lunghissima Four Mile Beach, la spiaggia più famosa di Port Douglas, un tempo tranquillo villaggio di pescatori del Queensland settentrionale, divenuto meta chic e punto di partenza privilegiato per effettuare crociere alla scoperta della Grande Barriera Corallina. Incorniciato da panorami naturali mozzafiato, il resort ospita a sua volta un proprio paesaggio di bellezze artificiali costellato di giardini, lounge, piscine, padiglioni a tema, campi da golf e da tennis, spa e fitness center. Oltre alla possibilità di soggiornare in 300 camere d’hotel dotate di tutti i comfort, offre la soluzione residenziale indipendente delle ville, in tutto circa 100, progettate secondo tre tipologie per ospitare da 2 a 4 camere da letto. Ogni villetta ha una propria cucina equipaggiata, degli ampi soggiorni e terrazze private collegate a ciascuna camera. L’atmosfera al tempo stesso lussuosa e familiare di questi spazi residenziali rivela la ricerca di un misurato equilibrio tra eccellenza e sobrietà, in linea con lo stile del marchio Sheraton, fondato negli Stati Uniti nel 1937 e oggi parte del gruppo Starwood Hotels & Resorts Worldwide, Inc., la società alberghiera di più alto livello al mondo.
Realizzato nel 1989 e considerato in quegli anni il più lussuoso resort dell’Australia, lo Sheraton Mirage di Port Douglas sarà interessato da una riqualificazione che prenderà avvio proprio nel corso del 2015. Nel frattempo, alcuni proprietari di ville del resort hanno già realizzato interventi privati di ristrutturazione, come quello che ha visto la collaborazione tra un privato e lo studio di progettazione d’interni Island Point Interiors.
L’aspetto più importante di questo intervento, realizzato nel 2014, è costituito dal prodotto scelto dalla progettista Janet Mackay per rivestire tutti i pavimenti e le pareti dei bagni, nell’intento di creare un flusso visivo e materico continuo finalizzato a far sembrare più grandi gli spazi interni e a creare una risonanza con i colori e i materiali della vicina spiaggia. Proprio per la sua affinità con la sabbia e le conchiglie frantumate è stata scelta la piastrella in grès porcellanato smaltato Jorstone beige dell’azienda italiana Verde 1999, che grazie a una tecnologia digitale ink-jet riproduce i colori e le sfumature determinate dalla secolare stratificazione dei sedimenti, permettendo di ottenere quanto desideravano cliente e progettista: un effetto al tatto e alla vista simile a quello della pietra naturale. A questa percezione sensoriale contribuisce la finitura lappata, che conferisce una consistenza organico-terrosa e una tenuta antiscivolo sotto i piedi.
Perfetto sfondo anche per le equilibrate composizioni cromatiche di beige, avorio e legno di arredi e pareti, questo rivestimento ha conquistato anche altri clienti del resort, e sarà protagonista della ristrutturazione di altre ville nel corso del 2015.

Piastrelle
Verde 1999, Jorstone
Tipologia
grès porcellanato
Formati
50x50 cm
Colori
Beige
Caratteristiche tecniche
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): GA/GLA
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): ≥ 41 N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R9
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza al cavillo (ISO 10545-11): conforme
Certificazioni e premi
ISO 14001
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >