Progetti

Ristorante StrEat Food - Milano

Food experience fra passato e contemporaneità

Calde atmosfere vintage e rinnovata funzionalità: due anime, solo in apparenza contrapposte, si amalgamo nel restyling di StrEat Food Tortona, a Milano
Autore
Silvia Airoldi
Progettista
Andrea Anselmi
Superfici
CIR
Anno di realizzazione
2016

Non si cercano più ristoranti unicamente per mangiare fuori di casa, si vogliono vivere esperienze ed emozioni, legate non solo al cibo ma anche al contesto e, quindi, al mondo che riescono a ispirare. StrEat Food di via California è il quarto locale della catena dedicata alla ‘beers and food experience’, aperto a Milano in zona Tortona, quartiere creativo e al centro di molte riqualificazioni architettoniche. E proprio dal progetto di ristrutturazione di un negozio di interior design, sviluppato dall’architetto Andrea Anselmi in collaborazione con il titolare di StrEat Food, Roberto Cornacchio, nasce uno spazio che accompagna e arricchisce l’avventura gastronomica.
All’interno di un edificio degli anni ’60 il ‘cibo di strada’, preparato con materie prime di qualità, si intona ad atmosfere informali, definite da contaminazioni in stile industrial che spaziano dai richiami vintage ad accenti contemporanei.
Da un punto di vista progettuale, il committente chiedeva “un locale funzionale che sfruttasse al meglio la volumetria disponibile per ottimizzare le aree per il pubblico e quelle del personale, con gli stessi elementi distintivi che caratterizzano il concept di tutti i punti vendita”, spiega Anselmi che ha curato il progetto anche degli altri StrEat Food.
Il locale in Tortona, che include sia la proposta da asporto sia quella con somministrazione, si struttura in una sala open space di 65 m2, un soppalco ex novo di 20 m2 aperto alla clientela, una cucina di 20 m2 e diversi spazi di servizio. Per le nuove funzioni e dinamiche operative sono state adottate delle soluzioni che, “amalgamano i nuovi materiali a quelli tradizionali, un po’ come un buon piatto di Streat Food experience”, commenta Anselmi. “Così accanto al ferro, crudo o brunito, e al vetro acidato, usati nel soppalco a sbalzo, ci sono i legni sbiancati per lo zoccolo della boiserie, le porte, le mensole e gli arredi su misura mentre a pavimento e in parti del rivestimento sono posate delle ceramiche mixate”, specifica l’architetto. E proprio questo materiale ha un ruolo da protagonista, come elemento decorativo che, unico, definisce l’immagine di tutti gli StrEat Food. Il grès porcellanato è scelto in insoliti e variegati formati, per reinterpretare in chiave attuale un mosaico di pavimenti di inizio secolo. Anche in quello di Tortona, spicca un “patchwork ritrovato”, come definito da Anselmi, realizzato con tre collezioni ceramiche Cir che pavimentano altrettante aree distinte. In effetti, in origine tre diversi negozi, oggi riuniti in un solo ambiente, componevano il locale. Le serie utilizzate sono: Via Emilia, con decori miscelati; Chicago, formato 20×10 cm ed esagonale 24×27,7 cm nei colori State Street, Old Chicago, South Side; Riabita il Cotto, modulo ottagono 24×24 cm nei colori Natural, Industrial e Minimal e fondo 10×10 cm in versione Shabby Chic e Feng Shui. Altro concetto rilevante è che dietro la semplicità del progetto si celano soluzioni ingegnose che risolvono importanti aspetti tecnici. Gli apparati per il funzionamento della attività, ad esempio, sono stati nascosti alla vista e tutti racchiusi in un vano, accessibile dal soppalco per una agevole manutenzione. Facile è anche percepire l’atmosfera accogliente accentuata dallo studio delle luci. Grandi diffusori vintage, di recupero industriale, scandiscono la scena visiva mentre lampadine ‘essenziali’ aggiungono note cromatiche più calde.

Piastrelle
Cir, serie Riabita Il Cotto, Chicago, Via Emilia
Tipologia
grès porcellanato
Formati
10x20, 20x20, 24x24, 10x10, 24x27,7 cm
Colori
Chicago: Old Chicago, South Side, State Street, Wrigley, Via Emilia decori: Rivalta, Canali, Mauriziano, Itala, Riabita il cotto: Natural, Industrial, Minimal, Shabby Chic, Feng Shui
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): ≤ 0,3% - 10x10 0,5%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): Cl. A
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): ≥ 0,35 N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R9-R10-R11
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza al cavillo (ISO 10545-11): conforme
Resistenza alla dilatazione termica lineare (ISO 10545-8): conforme
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >