Progetti

Complesso residenziale Yoo Towers - Tel Aviv (IL)

Due torri firmate Starck a Tel Aviv

Yoo Tel Aviv 1 e Yoo Tel Aviv 2 sono alte 37 e 41 piani per un totale di 300 appartamenti
Autore
Alessandra Coppa
Progettista
Moore Yaski Svan
Superfici
APPIANI
Distributore
Via Arcadia
Anno di realizzazione
2007

Yoo è un residence con appartamenti di lusso, realizzato da Philip Starck in collaborazione con Habas Group e Moore Yaski Architects, situato nella prestigiosa Park Heights quartiere a nord del centro storico di Tel Aviv.
Moore Yaski Sivan Architects, che ha realizzato la struttura e gli esterni degli edifici, è uno degli studi di progettazione più importanti a Tel Aviv; fondato nel 1965 da Avraham Yaski, ha trasformato lo skyline della città costruendo grattacieli come l’Azrieli Center e le Tzameret Towers.
Le due torri Yoo Tel Aviv 1 e Yoo Tel Aviv 2, costruite nel 2007, raggiungono un’altezza di 37 e 41 piani per un totale di 300 appartamenti privati tra i più esclusivi d’Israele. Il mosaico Appiani utilizzato a rivestimento di tutte le colonne esterne ha un’area complessiva di oltre 13.000 mq. Il prodotto usato è la serie Antologhia, nel formato 2,5×2,5 cm, con colore personalizzato grigio senza stonalizzazione.
Starck ha progettato con Jade Jagger gli interni: il centro termale, la lounge, un health club, un cinema privato e gli appartamenti.
Il progettista francese descrive Yoo come un “high-fashion living democratico” costruito nell’intento di “creare un edificio davanti al quale la gente si ferma e dice: ma che bel palazzo mia cara, andiamoci a vivere!”.
Un tipo di approccio al progetto che rispecchia la filosofia dell’immobiliare Yoo che in tutto il mondo mette in primo piano il valore aggiunto del design per giustificare il costo più elevato.
Gli acquirenti hanno a disposizione quattro diversi stili di interior design con diversi materiali e finiture per creare il loro spazio di vita personale; class, culture, minimal e nature. Ma è anche previsto un mix tra stili diversi.
Il profilo del cliente class è associato secondo Starck al sigaro, alla Jaguar, a uno stile “classico”. Per questo l’appartamento prevede un parquet scuro, mobili di pelle e grandi superfici di marmo. Il tipo culture è un fan di Andy Warhol e il suo appartamento si compone di un mix tra neon, elementi roccocò e mobili di tendenza. Minimal significa tanto bianco e acciaio, pochi mobili e linee chiare. Nature si esprime invece con colori pallidi e tessuti robusti.
I clienti possono scegliere, guidati da Strack, tra diversi mobili, sanitari, elettrodomestici e sistemi di illuminazione, fra i quali le creazioni di Starck stesso per Alessi, Kartell, XO o Flos e tra circa 500 icone del design, da Arne Jacobsen a Le Corbusier .
Mentre nella lobby e nella English style lounge si trovano legni pregiati e pelle di eccezionale qualità, nei singoli appartamenti gli impianti elettrici sono di Bticino di Milano, le maniglie sono di Olivari, i sanitari e la rubinetteria sono di Duravit e di Hans Grohe. In cucina, invece, si trovano degli high quality brands come Bulthaup , Küppersbusch e la posateria di Langouile, azienda che prende il nome dall’omonima cittadina e per la quale Starck ha curato l’architettura della sede.
Il costo totale degli edifici si aggira intorno ai US$ 145 milioni, per una superficie abitabile complessiva di circa 52.000 metri quadrati.

Piastrelle
Appiani, serie Anthologhia
Tipologia
monocottura
Formati
2,5x2,5
Colori
grigio
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): <0,5%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): GB min.
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): conforme
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): >55 N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R10
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Resistenza al cavillo (ISO 10545-11): conforme
Resistenza alla dilatazione termica lineare (ISO 10545-8): conforme
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >