Progetti

Uffici Makita - Ratingen (Germania)

Atmosfere giapponesi nel cuore della Germania

Sobrietà, eleganza, pace: la nuova sede di Makita a Ratingen propone un interessante intreccio di tradizione e contemporaneità
Autore
Elena Pasoli
Superfici
CASA DOLCE CASA
Anno di realizzazione
2011

Makita Corporation, società giapponese produttrice di attrezzature e macchine utensili professionali, ha recentemente inaugurato una delle sue sedi più prestigiose nel mondo a Ratingen, nel cuore della Vestfalia-Renania settentrionale, a pochi chilometri da Düsseldorf. Qui è insediata da oltre cinquant’anni la più vasta comunità giapponese d’Europa e per questo motivo l’area è sede delle filiali europee delle più importanti aziende nipponiche.
La sede di Makita è opera dello studio di progettazione Takenaka, un vero colosso nel campo dei general contractor, con una storia ultracentenaria e uffici in oltre venti paesi nel mondo. “La nostra forza – dichiara Toichi Takenaka – è la capacità di dialogare con il territorio, adeguando i nostri progetti ai diversi ambienti in cui si collocano, in uno spirito di localizzazione, con il pensiero di contribuire alla creazione di comunità ideali attraverso un’architettura innovativa, sostenibile, sicura, piacevole e soprattutto people-friendly. I nostri progetti si basano sull’idea che un edificio non è un prodotto ma un’opera d’arte. In fondo, non è altro che il concetto della vostra antichità classica, l’architettura come prima forma d’arte. Noi aggiungiamo la filosofia giapponese, con i suoi criteri di semplicità e tranquillità”.
L’edificio creato per Makita offre numerosi richiami alla tradizione giapponese: la solenne e alta sala centrale, molto silenziosa e scenografica, snodo per le due ali laterali dedicate al lavoro e alla vita; il tetto solo moderatamente angolato per non ostacolare l’ingresso della luce naturale, la scelta di materiali neutri che non si impongono emotivamente alla vista ma piuttosto suggeriscono quiete e semplicità…tutto questo è puro Giappone, è quella intensa sobrietà che aveva già affascinato architetti come Walter Gropius o Egon Eiermann.
L’edificio, posto su due piani, si estende su una superficie di 45.000 mq, che comprende uffici, showroom, magazzini, area spedizioni, officina e un centro di formazione.
In particolare, il corpo di rappresentanza e degli uffici è articolato in sette sale riunioni e quattro blocchi di postazioni di lavoro, complessivamente 140, create ad hoc e dotate delle più avanzate tecnologie. La semplicità della hall e degli ambienti destinati agli uffici è sottolineata dalle pavimentazioni, realizzate con piastrelle chiare in grès porcellanato, nel grande formato 45X90, della collezione Pietra Mediterranea di Casa dolce casa.
La pietra mediterranea in origine è una roccia che per le sue caratteristiche è stata da sempre impiegata in pavimentazioni, con gradevoli tonalità calde e intense, arricchite da striature brune; ad essa si ispira la linea di piastrelle qui utilizzata, una linea che mantiene in ogni sfumatura l’aspetto naturale arricchendolo del suo prezioso contributo in termini di tecnologia e di performance del materiale. Nel suo insieme, il progetto rispecchia fedelmente il messaggio che l’azienda intende comunicare, ovvero la memoria di una lunga tradizione abbinata a un carattere moderno e tecnologico.

Piastrelle
Casa dolce casa, serie Pietra Mediterranea
Tipologia
grès porcellanato
Formati
45x90 cm
Colori
Bianco
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): <0,10%
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): UA - ULA - UHA
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): <150 mm2
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): >40N/mm2
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): R10
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Certificazioni e premi
LEED
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >