Progetti

Centro Commerciale Il Centro - Arese (MI)

Architettonicamente inaspettato, sorprendente, emozionante

L'iconico edificio de Il Centro di Arese, uno dei più grandi spazi commerciali d'Europa, sorge proprio là dove venivano create le leggendarie vetture Alfa Romeo
Autore
Santino Limonta
Foto
Alessandro Della Savia (DS Visuals)
Progettista
Davide Padoa, Michele De Lucchi, Arnaldo Zappa
Superfici
MIRAGE
Adesivi
Mapei
Anno di realizzazione
2015

A raccontare la “favola” de Il Centro partiamo dal fondo, dalla vittoria cioè agli Award Mapic 2016 di Cannes come “Best New Shopping Center dell’anno”. Tre i protagonisti. Davide Padoa, nato qui, da piccolo scorazzava per questi campi talvolta intrufolandosi nell’allora stabilimento Alfa Romeo. Segno del destino? Completa gli studi in California e progetta il più alto grattacielo di Giacarta. A Londra diviene CEO di Design International per cui segue, nel mondo, decine di progetti mai scontati. Poi Michele De Lucchi, riconoscimenti internazionali innumerevoli, progetti ovunque, due Compassi d’oro, Padiglione Zero di Expo, sviscerato amore per il legno. Infine Arnaldo Zappa, storico architetto di Finiper, noto per la sua consolidata esperienza nella progettazione di contenitori per la vendita al dettaglio. Con una task force di questa levatura messa in campo nel 2014 da Marco Brunelli (boss di Finiper) che ad Arese non voleva aprire “il solito centro commerciale”, il finale della “favola” non poteva che essere scritto a Cannes. Impressionanti i numeri: 400.000 metri quadri la superficie lorda, 92.000 quella affittabile, oltre 200 negozi, 25 ristoranti e caffè, 150.000 metri quadri di parcheggi. Ma a stupire è l’innovativo concept, condensato nelle motivazioni di Cannes: approccio sostenibile dei materiali, semplicità di fruizione, utilizzo della luce naturale e dei fuochi visivi. “Il Centro”, commenta Michele De Lucchi, “appare al di là del grande parcheggio alberato con un lungo fronte articolato, ombreggiato da un porticato in legno sostenuto da robuste colonne in marmo verde delle Alpi. Gli ingressi sono segnalati da costruzioni aggettanti più alte, anch’esse in legno, che interrompono la linea della tettoia e anticipano la dimensione della galleria centrale”. Concepita, questa, come una vera e propria strada di città in cui case, giardini e piazze si alternano, ognuna con le proprie peculiarità. Il legno, usato massicciamente, trae ispirazione dall’architettura rurale. Lo si intuisce anche dai 430 elementi a intarsio che ornano il fronte e ricordano i sistemi di ombreggiatura dei fienili delle cascine lombarde. La scenografica copertura è stata invece realizzata con travi lunghe fino a 40 metri in Glulam (legno lamellare strutturale) e scheletri di travetti impermeabilizzati con lastre di policarbonato trasparenti. Le soluzioni tecniche adottate hanno garantito il collegamento lineare lungo i 676 metri intercorrenti tra il primo e l’ultimo pilastro. Ardita la struttura che caratterizza il cielo della piazza esagonale. I sei pesanti moduli in glulam che la compongono sono stati allestiti singolarmente a terra e poi assemblati in alto con una torre di puntellazione. La ceramica è un altro elemento forte del progetto. Con la fornitura di oltre 60.000 metri quadri di grès porcellanato e il coinvolgimento di cinque collezioni, Mirage ha supportato tutte le richieste progettuali per pavimenti e rivestimenti. L’abbinamento tra gli effetti pietra e legno con le collezioni Norr e Signature è protagonista nelle corti e nelle aree esterne, mentre Tribeca, Na.me, Jewels e Stones 2.0 si alternano nelle aree comuni interne. La scelta dello spessore 20 mm ha consentito ai mezzi pesanti di circolare sul grès senza protezioni in fase di cantiere. Rilevante l’apporto di Mapei, coinvolta nella costruzione de Il Centro con la consulenza a progettisti e imprese per la realizzazione delle strutture interne e la posa dei rivestimenti. I prodotti Mapei, in specie quelli delle linee ceramica e resilienti, sono stati impiegati in oltre cento negozi.

Piastrelle
Mirage: Norr, Signature, Tribeca, Na.me, Jewels, Stones 2.0
Tipologia
grès porcellanato
Formati
mix
Caratteristiche tecniche
Assorbimento d’acqua (ISO 10545-3): conforme
Resistenza all’attacco chimico (ISO 10545-13): conforme
Resistenza all’usura e all’abrasione (ISO 10545-6): conforme
Resistenza alle macchie (ISO 10545-14): conforme
Resistenza al gelo (ISO 10545-12): conforme
Resistenza alla flessione (ISO 10545-4): conforme
Resistenza alla scivolosità (DIN 51130): conforme
Resistenza agli sbalzi termici (ISO 10545-9): conforme
Richiedi info progetto > Galleria prodotti >